SEGUICI SU ...

Select Language

Fave e Cicorie - Cicorine con il Purè di Fave (Cicurieddhe cu 'lle fave nette)

Questo è uno dei tipici piatti della “cucina povera” di antica tradizione salentina, un piatto unico che contiene le fave e i cuori di cicorie selvatiche o coltivate, molto usato dai contadini perchè nutriente ma leggero. Con gli anni questo piatto ha avuto il suo riscatto, arrivando ad essere inserito nei menu dei ristoranti e quindi molto diffuso e richiesto. Ecco la ricetta tradizionale.








Ingredienti per 4 persone
500 gr di fave bianche
500 gr di verdura (cicorine selvatiche)
1 cipolla
1 patata
Sale
Olio extra vergine d’oliva
Pane di grano 

1 - Le fave  bianche, quindi sgusciate, devono essere messe in acqua almeno 8 ore prima della preparazione. Quindi consigliamo di farlo la sera prima;

2 - Prendete una pentola in terracotta e versate l’olio fino a ricoprire il fondo. Pelate la patata, tagliatela a pezzetti e aggiungetela insieme alla cipolla tagliata a tocchetti.  L’utilizzo della patata nella preparazione delle fave renderà il purè morbido e compatto. Mentre l'aggiunta della cipolla è facoltativo, dipende molto dai gusti e ogni famiglia ha la sua personale versione. Fate cuocere per qualche minuto finché l’olio non sarà ben caldo e la cipolla colorata.



3 - A questo punto versate le fave e ricoprite tutto con abbondante acqua e insaporite con un bel pizzico di sale. Coprite la pentola con un coperchio e lasciate cuocere per circa 1h.


4 -  Quando in superficie comparirà una specie di schiuma, dovete eliminarla aiutandovi con una schiumarola. Controllate la cottura controllate ogni tanto e mescolate tutti gli ingredienti. 
Quando tutta l’acqua sarà completamente assorbita cominciate a mescolare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un vero e proprio purè.

5 - Nel frattempo potete cucinate le "cicorine selvatiche" o altro tipo di cicorie che avete a disposizione. Prima pulitele e lavatele in abbondante acqua e poi  versatele in una padella con acqua e sale quando avrà raggiunto il bollore, proseguite la cottura per circa 15 m; 



Consigliamo di servire il piatto accompagnandolo con dei crostini di pane casareccio, potete prepararli i due modi: 
- prendete le fette di pane tagliatele in piccoli pezzetti e friggeteli in un pentolino con dell’olio e.v.o., una volta ben dorati scolateli e asciugate bene per eliminare l’eccesso di unto;
- per una ricetta light, invece, arrostite le fette di pane su una piastra in ghisa e poi tagliatele a pezzettini.

Non vi resta che prendere un piatto mettere la verdura appena pronta  e ancora fumante, il purè di fave.  i crostini e una buona quantità di olio d’oliva extra vergine e servite.








Buona Spizzicata!!

2 commenti:

  1. vado matto per questo piatto!!!!!complimenti...

    RispondiElimina
  2. Ciao Peppe anche a noi piace moltissimo, uno dei piatti più poveri della tradizione ma di grande riscontro. Grazie! Le Spizzicate Salentine, Daniela e Letizia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...