SEGUICI SU ...

Select Language

E' tempo di musica con Gabriele POSO - "Roots Of Soul"



Gabriele Poso nato in Sardegna ma Leccese di adozione, vive per la musica. La sua passione risale all'infanzia quando ascoltava i dischi di jazz, soul e afro-americani della sua famiglia. Con gli anni, il nostro amico salentino si è dedicato interamente alle percussioni.
Ieri, è uscito il suo secondo album, “Roots Of Soul” (ossia "Radici del Soul") inciso con una prestigiosa casa editrice tedesca la INFRACom!
Noi, in quanto "(S)pizzicate" di musica, non potevamo non dedicare un post a questo meraviglioso CD, compagno ideale nella preparazione delle nostre pietanze... 


Le Spizzicate: Ciao Gabriele, grazie per averci concesso un po' del tuo tempo, vogliamo farti conoscere meglio alle nostre lettrici e lettori. Spiegaci brevemente la tua passione per la musica (percorso ed esperienza sino ad oggi): 
Gabriele:La mia passione è nata da quando ero ragazzino,  ho cominciato con la tromba, la chitarra e poi sono finito sulle percussioni di mio fratello. Una passione che è diventata uno stile di vita vero e proprio, anche perché ho deciso di approfondire le mie conoscenze musicali studiando sia in Italia che all'estero: un percorso iniziato a Roma presso l'Istituto Timba per poi proseguire all'Escuela National De Arte of Havana a Cuba e terminare all'Università interamericana De Puerto Rico of S. Juan a Puerto Rico.


Le Spizzicate:Perché la scelta di questo strumento, a cosa lo associ? 
Gabriele: In realtà, è lui che ha scelto me. A cosa lo associo? è veramente difficile dirlo perché questo strumento fa' parte di me, è l'unico strumento musicale che mi permette di esprimermi in maniera molto naturale, quasi "istintiva". 



Le Spizzicate:Sei nato in Sardegna ma vivi a Lecce. Ti senti più Sardo o Salentino?
Gabriele:Wowww, che domanda... Mi sento un essere umano, "a Human Being" del Pianeta Terra! Poi, è chiaro, la Sardegna è stata la mia terra natia ma nel Salento ho le mie radici e tutti gli affetti più cari.  


Le Spizzicate: Secondo te, cosa hanno in comune la tua musica e il Salento?
Gabriele:  Naturalmente il Salento influisce sul mio linguaggio musicale, perché ha fatto parte anche della mia crescita personale. Come mi hanno anche influenzato e ispirato molti altri luoghi dove ho vissuto. Secondo me, c'è un legame molto stretto e inevitabile tra i luoghi e la mia musica. Insomma, la mia espressione musicale và di pari passo con la mia vita quotidiana. 


Le Spizzicate: Da cosa sei ispirato per creare i tuoi brani? 
Gabriele: Mi ispira la vita in generale, da un tramonto a un paesaggio. Mi ispira una nuova alba e un'altro tramonto. Ho dedicato questo CD alla Vita con una "V" maiuscola:"to life that continuously inspires me everyday with new Sunrise and another Sunset, with love and sincerity, I'm blessed to share all of this with you." (tratto dai ringraziamenti presenti sul CD di Gabriele)


Le Spizzicate: Quali sono le tue prossime attività discografiche? Dove possiamo venire ad ascoltarti? 
Gabriele: Allora, ieri è uscito il disco. Il 16, ci sarà la presentazione ufficiale del CD presso le cantine Menhir di Minervino di Lecce, dove collaboro come direttore artistico da anni. Per l'occasione, abbiamo invitato artisti di fama mondiale tra i quali Nailah Porter (LA), Tanya Michelle (Paris) e moltissimi altri artisti, poeti, ballerini ... Sarà una festa per tutti, un evento non solo concentrato sul disco,  ma è per me anche l'occasione di ringraziare, in un modo allegro tutti coloro che mi hanno aiutato a realizzare questo progetto.  


Le Spizzicate: Il tuo piatto preferito? Come preferisci degustarlo ? 
Gabriele:Beh, Ciceri e Tria, decisamente! con un buon bicchiere di vino rosso e un brano di Susana Baca De Los Amores come sottofondo musicale.


Le Spizzicate:Secondo te, la musica e la cucina, cos'hanno in comune?
Gabriele: La cucina, nello stesso modo della musica, è una forma d'arte. Hanno tantissime cose in comune, anzi, direi tutto! Il trasporto della musica è paragonabile al trasporto, che un piatto cucinato bene, ti può provocare. Gli ingredienti sono le note di una melodia che, se dosati bene, creano il giusto equilibrio e quindi fanno di un piatto/melodia un' opera d'arte.Ti dico la verità, io volevo fare il cuoco, è uno tra i miei sogni... Chissà, magari un giorno riuscirò a diventarlo.


Le Spizzicate: Quest’ultima domanda è direttamente ispirata dall'esperimento di Andonio Luis Aduriz, Chef Basco in collaborazione con il musicista Felipe Ugarte, il quale ha ideato 8 brani ispirandosi ad otto piatti eseguiti dallo Chef (dalla Gazzetta Gastronomica). Quindi, noi ti giriamo la domanda al contrario: se dovessi associare un  brano del tuo ultimo album per accompagnare la preparazione e degustazione di un piatto a tua scelta, quale sarebbe? 
Gabriele: Sceglierei "Dona Flor"   con un bel filetto di orata in crosta di patate, è uno dei miei cavalli di battaglia, oppure un bel tortino di merluzzo con latte di cocco...

Gabriele, ti ringraziamo nuovamente per la tua disponibilità e invitiamo chi ci legge ad ascoltare questa perla salentina senza moderazione. 


A tutte le lettrici e lettori Spizzicati, Gabriele ci regala un anticipo del suo nuovo album con due videoclips che ci ha permesso di pubblicare in anteprima. Enjoy!


"Sunshine": 




"You don't love me": 

Copie disponibili presso YOUM! (piazza mazzini, Lecce) o su iTunes:
oppure, contattateci via e-mail spizzicatesalentine@gmail.com o andate su www.gabrieleposo.com 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...