SEGUICI SU ...

Select Language

Fichi Secchi con le Mandorle/Fiche cu lle mennule o Ccucchiate

Durante l’estate appena trascorsa, finalmente siamo riuscite a preparare i fichi secchi con le mandorle (in dialetto "fiche cu lle mennule" oppure "fiche ccucchiate"). Era da un po' di tempo che volevamo cimentarci in questa antica arte di conservare i frutti estivi per gustarli durante l’inverno. La parte più difficile è stata quella di non cedere alla  tentazione e  mangiarli tutti appena raccolti dall'albero quando sono freschi, maturi al punto giusto, dolci e saporiti. Ma siamo state brave, li abbiamo selezionati uno ad uno, tagliati a metà e adagiati delicatamente su dei vassoi per esporli al sole. Anticamente tutte le famiglie si adoperavano per prepararli, era una festa che coinvolgeva anche i più piccoli. Sulle terrazze delle case si potevano vedere i “cannizzi” (grate di canne) pieni di fichi lasciati essiccare al sole.
Un procedimento lento che richiede molta cura perché i fichi non si ammuffiscano o induriscano troppo. Non importa quanto tempo ci vuole, perché il risultato ci ricompenserà di tutto il lavoro. Nelle sere d’inverno quando li mangeremo, magari davanti al camino acceso, saremo felici di gustarli. Un dolce delicato, dal cuore croccante di mandorle tostate aromatizzato con cannella e buccia di limone, e insaporiti dai raggi di sole di agosto!


Ingredienti: 
3 kg di fichi freschi
150/200 g di mandorle tostate
3/4 limoni (buccia)
cannella (consigliamo quella a bastoncini ma va bene anche quella in polvere)
foglie di alloro




                    (Ringraziamo il nostro amico Stefano per la bellissima foto di cui sopra)


Procedimento: 
1) Raccogliere i fichi dall'albero, puliteli bene e tagliateli parzialmente nel senso della lunghezza lasciandoli comunque attacchi (lato base). Disponeteli su un piano, meglio tavolo in modo che stiano alti per evitare contaminazioni (insetti ecc). Poneteli con la parte interna rivolta verso l'alto. Fate essiccare i fichi al sole per circa 10 giorni. L'ideale sarebbe ricoprirli con un velo di cotone traforato, tipo zanzariera per proteggerli dagli insetti. Ogni tanto (anche una volta al giorno) girate il verso dei fichi. La notte, portateli in casa per evitare che prendano troppa umidità. Regolatevi sui giorni di essiccazione perché dipende dal quanto forte sia il sole e quanto sia ventilato. Di seguito, alcune foto dell'evoluzione;

















2) Ecco i nostro fichi dopo circa 10 giorni di sole. Lavateli con cura e asciugateli passandoli in forno, che avrete riscaldato prima e poi spento, per circa 5 min.



3) Quindi preparate gli ingredienti per farcirli: tostate le mandorle,




grattugiate la buccia dei limoni



e spezzettate i bastoni di cannella;
  

4) Prendete i fichi secchi e apriteli bene lavorandoli delicatamente con le dita sino a quando si saranno ammorbiditi leggermente;



5) Farcite alternando con buccia di limone,



cannella



e infine mandorla tostata;



6) Richiudete e premete bene sui lati esercitando una leggera pressione con le dita e il palmo della mano, in modo tale che le due parti siano perfettamente sigillate;




7) Disponete i fichi su una teglia da forno rivestita da carta forno;





8) Cuocere a fuoco lento (150°C) per 45 min. o in ogni caso sino a quando i fichi saranno dorati. Sistemateli quando saranno ancora caldi in un contenitore di terracotta oppure un boccaccio di vetro o di ceramica, alternando uno strato con l'altro da foglie di alloro;



10) Lasciate raffreddare completamente e quindi chiudete ermeticamente i boccacci.











Buona Dolce Spizzicata!

4 commenti:

  1. Anche io in passato mi sono cimentata con la preparazione dei fichi secchi ripieni: servono pazienza e, come dite voi, resistenza alla tentazione di "farli fuori" anzitempo...
    Il vostro risultato è perfetto e molto, molto, molto invitante...

    RispondiElimina
  2. anche qui da me è usanza fare i fichi secchi, ma qui si infilano su bastoncini di canna, così non li ho mai preparati... si deve rimediare :-)
    A presto.

    Betty

    RispondiElimina
  3. sono buonissimi li ho fatti anche io ...proprio ieri sono pugliese

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...