SEGUICI SU ...

Select Language

Purceddhruzzi di nonna Maria

Questo antichissimo dolce che prende il nome dalla sua simpatica forma simile a dei porcellini, Purceddhruzzi o Purciddhruzzi - piccoli porcellini, viene preparato in tutte le case salentine in prossimità delle feste. Dolci simbolo del Natale insieme alle carteddhrate, sono dei piccoli bocconcini fritti e poi ricoperti di miele che risalgono ai tempi del Medioevo. Tantissime le varianti per la preparazione, alcune ricette prevedono le uova e il lievito, altre come la nostra no, il miele oppure lo zucchero, l’alcool o il vino. Dipende molto dai gusti e dalle abitudine delle varie famiglie, in ogni paese possono esserci più ricette delle stesso dolce. Ma non può assolutamente mancare l’olio d’oliva extravergine fatto sfumare con le bucce di arance, che rendono speziato  e particolarmente friabile l’impasto di farina, creando una speciale pasta frolla. Questa ricetta ci  viene tramandata da una delle nostre nonne, è ancora vivo il ricordo che da bambine ci vedeva letteralmente incantate a seguire questa preparazione. E’ il regalo che facciamo a tutti i nostri lettori per Natale, 






Ingredienti:

1 kg di farina
1 kg di miele
1 tazzina da caffè di alcool a 95°
200 gr di olio extra vergine d'oliva
150 gr di zucchero semolato
5 arance (spremute)

Per la decorazione:

scaglie di cioccolato fondente
zucchero a velo
granellini di zucchero colorato 
noccioline tritate
arancia candita
cannella,pinoli


1 - Il primo passo da fare è quello di aromatizzare l'olio d'oliva che vi servirà per l'impasto. Prendete un pentolino versate tutta la quantità di olio indicata metteci dentro la buccia di una arancia e fate fumare sul fuoco.


2 - Versate la farina su di un piano e apritela al centro, aggiungete l'olio ancora caldo e cominciate ad amalgamare il tutto.


 3 - Cominceranno a formarsi dei grumi che dovranno essere sciolti pian piano lavorandoli con le mani.

4 - Quando tutto l'olio sarà assorbito aggiungete lo zucchero e la tazzina di alcool. Amalgamate bene gli ingredienti nella farina.




5 Aggiungete la spremuta d'arancia e impastate fino ad otterrete una massa morbida e liscia facile da modellare. La pasta deve essere spianata con le mani per molto tempo, quando la sentirete bella liscia, sarà pronta.


6 - Questo è il composto che dovrete ottenere. Dividetelo in due parti, per facilitarvi il lavoro.





7 - Lavorate il composto per ottenere dei bastoncini sottili e con l'aiuto di un coltello tagliate dei pezzettini piccoli simili a gnocchetti.



8 - Prendete una grattuggia, giratela al rovescio, e passateci sopra i pezzettini uno alla volta, arrotolandoli su se stessi con le dita. La pressione che dovete dare non deve essere nè troppo debole nè troppo forte, la superficie del "purceddhruzzo" dovrà diventare ruvida.


9 - Poneteli su un vassoio non troppo vicini e lasciateli riposare per 2h circa.


10 - Trascorso il tempo, potete passare alla frittura. Versate l'olio d'oliva extra vergine in una pentola e quando comincerà a fumare mettete dentro la buccia di arancia.


11 - Versare poco per volta i vostri purceddhruzzi, friggeteli fino a che non saranno ben dorati.

Scolateli e asciugateli.

Ecco qui belli dorati e caldi. Lasciateli raffreddare.

12 - Passiamo ora alla fase "mantecatura" o di condimento. Una volta fritti, asciugati completamente dall'olio e lasciati raffreddare sono pronti per essere conditi con il miele. Consigliamo di effettuare l'operazione in due riprese, in modo che riusciate a lavorarli per bene. Prendete il barattolo di miele, noi usiamo prodotti tipici del territorio di alta qualità. Versate metà del barattolo, circa 500 gr,  in una padella che avrete riscaldato prima sul fornello.


13 - Attendete che il miele cominci a bollire, quando formerà la schiumetta, solo adesso potete versare un cucchiaio di zucchero e un pochino di acqua. Mescolate per bene finché il miele non sarà tutto sciolto e liquido.

14 - Versate una parte dei vostri piccoli "purceddhruzzi" e amalgamate con l'aiuto di un cucchiaio di legno. Dovranno assorbire tutto il miele, girate sempre per qualche minuto. Quindi toglieteli dalla padella e versateli nel piatto finale.


Divertitevi a decorarli come più vi piace, aggiungendo note di colore che renderanno allegro il vostro piatto. Noi vi consigliamo le scaglie di cioccolato, i pinoli, cannella, granelle di zucchero colorate, arancia candita, noccioline tritate, e una spolverata di zucchero a velo, ma potete dare ampio spazio alla vostra fantasia. 




Quando li assaggerete vi renderete conto che uno tirerà l'altro e finiranno velocemente.





Vi auguriamo un dolcissimo e sereno Natale!!
Buona spizzicata a tutti.

14 commenti:

  1. che buoni.... li fa anche mia suocera... deliziosi. Tanti auguri carissime!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Augurissimi anche a te e buone feste Simona...Daniele e Letizia

      Elimina
  2. Assomigliano tanto agli struffoli che facciamo a Napoli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la ricetta è molto simile esatto, le tradizioni del Sud Italia sono molto simili! Buone Feste

      Elimina
  3. che meraviglia questi purchedduzzi belli, buoni e colorati! brave ragazze come sempre riuscite a stupirci per la precisione ed il dettaglio delle vs ricette. vi ABBRACCIO, Peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Peppe i tuoi complimenti ci fanno sempre molto piacere, sapere che apprezzi le nostre ricette ci stimola a fare sempre meglio...Graziee Buon Natale Daniela e Letizia

      Elimina
  4. che meraviglia!!! grazie per la ricetta ed augurissimi per il blog!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa grazie di cuore...facci sapere se farai i nostri purceddhruzzi. Buon Natale :)

      Elimina
  5. Che buoni!! Grazie per la ricetta e complimenti per le foto... veramente esplicative. A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per essere tra i nostri lettori, Buone Feste! p.s. Fateci sapere se realizzerete la nostra ricetta. :)

      Elimina
  6. Che belli e buonissimi ragazze, fate sempre un buon lavoro ;) un abbraccione!

    RispondiElimina
  7. ... ho appena finito di guarnirli !
    Sono l'allegria della mia casa da sempre, hanno dato e danno ancora unità e felicità a tutti... e sono golosissimi!
    La vostra ricetta ormai da anni è anche la mia, è profumatissima e di grande effetto nella presentazione.
    Bellissimi e buonissimi :-D
    Splendido favoloso e felicissimo Natale a voi e ai vostri cari,
    Vi abbraccio

    RispondiElimina
  8. Vi consiglio di sostituire il liquore di anice all'alcol e di eliminare lo zucchero.Credetemi vengono ancora piu buoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo suggerimento, la nostra è un'antica ricetta tramandataci dalla Nonna e ci sembra un sacrilegio modificarla anche perchè ci piace tantissimo. Il gusto dell'anice lo troviamo un pò troppo forte, ma dipende molto dai gusti come anche in alternativa si può utilizzare il vino bianco. In ogni casa salentina viene custodita una ricetta che varia in piccoli dettagli e in qualche ingrediente l'una dall'altra, è bello poter scoprire tutte le varianti, sono tutte fantastiche! Torna presto a trovarci intanto ti auguriamo un Felice Natale! Dany&Lety.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...